Spazio Libero è Spazio Donna. Questa volta a San Basilio

Mario Schifano – Fiori d’acqua. Smalto e acrilico

Un risultato raggiunto nel mio percorso come autrice e regista, e come laboratorio teatrale sempre in ebollizione, è quello che sto realizzando a Spazio Donna. Perché il teatro è lo strumento principe della relazione con la realtà: le persone, gli accadimenti, il territorio che attraversano. Prima di tutto nella misura del locale, pensato con il respiro universale.

Se i fatti agiti sulla scena sono vissuti in questo modo, vediamo teatro. Se la drammatizzazione lavora per restituire quanto ci attraversa, vediamo teatro. E’ la giusta distanza dall’imposizione dei tempi della stagione, da quella di riempire le sale e perciò chiamare il nome di grido, o mettere in scena non importa cosa basta che faccia ridere.

Noi vogliamo ridere, vogliamo raccontare anche i fatti più drammatici attraverso la sovversione dello sberleffo, e vogliamo riempire le sale perché contaminiamo. Una missione straordinaria, nel vero senso del termine: extra ordinaria, in questa fase storica di cambiamenti epocali, e proprio per questo: tanto grandi sono i cambiamenti ancor più giganteschi dobbiamo essere noi.

Fuori dalle sale chiuse, per aprire i teatri come fossero strade.

Annunci